mercoledì 23 gennaio 2013

Adam Chaplin (2010) | Recensione

Adam Chaplin
Voto Imdb: 5,3
Titolo Originale:Adam Chaplin
Anno:2010
Genere:Splatter / Ultraviolento
Nazione:Italia
Regista:Emanuele De Santi
Cast:Emanuele De Santi, Valeria Sannino, Alessandro Gramanti

Alzi la mano chi ha visto Fist of the North Star (1995), il film americano di Ken il Guerriero e ha esclamato disgustato: "E' una cagata PRIMORDIALE!". Io l'ho alzata, e da allora sono sempre stato in (vana) attesa di un lungometraggio live-action che rendesse giustizia al mio mito Kenshiro. Forse che i tempi sono giunti grazie a questo Adam Chaplin

Cosa vi fa venire in mente questa posa?
Vedo molti di voi aggrottare le sopracciglia, mentre dubbiosi vi chiedete cosa minchia centri Charlot con Ken il Guerriero. Ci penso io ad illuminare le vostre ottenebrate menti. Primo, il Chaplin di Charlot è Charlie. Adam non c'entra un cazzo. Ho semplicemente fatto una battuta orrida, giusto per stare in tema col film e con la recensione. Secondo, questo è un film ITALIANO a bassissimo budget. Non esagero se dico che è costato infinitamente meno di Fist of the North Star. Terzo, ovviamente non ha nulla a che fare con Kenshiro, ma è di sicuro il film che più gli si avvicina in quanto a resa visiva, estremizzandone per altro l'aspetto splatter e sanguinolento.

A scanso di equivoci:
1) E' un film che ho catalogato come Ultraviolento. Qui ci sono litri anzi tonnellate di sangue, sbudellamenti, interiora, mutilazioni, morti non violente ma - appunto - ULTRAVIOLENTE. Una roba grottesca che può essere accostata, ad esempio, ai film più estremi di quei registi pazzi della Sushi Typhoon, il Tokyo Gore Police di Yoshihiro Nishimura su tutti. Senza dimenticare un altro film spesso accomunato a queste produzioni, Riki-Oh: The Story of Ricky (Hong Kong, 1991).
2) Non è un film per stomaci deboli. Può essere apprezzato, diciamo, da meno dell'1% di chi incappa in questo Blog. Ergo non mi sfavate la minchia a dirmi che Adam Chaplin è una cagata pazzesca: lo è, e lo sarà per il 99% della popolazione mondiale. Grazie e arrivederci.
3) E' un film estremamente povero. Ma povero povero povero. Di mezzi e di recitazione. Ma non di idee. Quelle ci sono in abbondanza, come i litri di sangue che scorrono dal primo all'ultimo minuto.

Esempio molto soft della citata ultra-violenza.
Di cosa parla Adam Chaplin?

Vedete il piccolo demone?
La trama non è lineare (non ridete), quello che vi sto raccontando è la ricostruzione di alcuni flashback che, di tanto in tanto, interrompono la narrazione del film. Adam Chaplin è un tizio dall'aspetto di un culturista. Ha una moglie che, non si sa come, ha un ultra-debito con Denny, un cattivo ultra-sfigurato che è di fatto il boss della Heaven Valley (il paese americano - non ridete - in cui è ambientata la storia). Denny cosa fa? La accoppa ultra-bruciandola viva (solo chi ha visto, può ultra-capire). Adam Chaplin s'incazza come una bestia e fa un patto con una sottospecie di demone che da quel momento in poi albergherà nella sua spalla destra. Grazie a questo patto, Adam diventa ultra-cattivo e uccide tutti quelli che gli si parano davanti finché non si sarà consumata la sua atroce ultra-vendetta.

Vi presento Denny, il cattivone.
Questa risibile trama non è che l'esile pretesto che permette al regista-attore-compositore (sì, Emanuele De Santi ha curato praticamente tutto in questo film, colonna sonora compresa) di mettere in scena dei combattimenti assolutamente folli, deliranti, violenti, splatter. Attaccateci la parola "Ultra-" a tutti questi termini e forse avrete una vaga idea di quello che ne è venuto fuori. Non a caso, il genere che più si accomuna a questo film è quello dei già citati Sushi Typhoon dove l'eccesso è l'unica vera regola cui attenersi. Il resto è irrilevante. Così come il realismo. Volete vedere un pugno che fa esplodere una testa? Eccovi accontentati! Volete vedere un tizio impalato su per il *bip* e sventolato come una bandiera? [1] Ecco anche questo! E che ne dite della fantastica Mossa dei Cento Colpi di Hokuto dove il protagonista scaglia una caterva di pugni talmente veloci che neanche li vedi - o meglio, li vedi raffigurati come una rosa di cento pugni che colpiscono simultaneamente il malcapitato - e che sfracellano il volto fino a ridurlo ad un ammasso macilento di carne? C'è pure questo, insieme ad arti spezzati, costole strappate, fontane di sangue, etc etc etc. Insomma, fate uno sforzo di fantasia e pensate a tutto il campionario del Perfetto Manuale dello Splatter.

Insomma, l'avete capito: il fine ultimo di questo film è mettere in scena gli effetti più raccapriccianti, e bearsene in pose da ultra-figo. Che vi devo dire? I ragazzi della NecroStorm in questo sono stati davvero bravissimi! Al punto che hanno sviluppato autonomamente una tecnica di riprese nominata H.A.B.S. (Hyperrealistic Anime Blood Symulation). Questa tecnica sostituisce la ridicola CGI e il ridicolo effetto spruzzo-di-sangue-rosa-che-sembra-acqua tanto cari ai giapponesi della Sushi Typhoon, e rende il risultato finale davvero convincente, come se - a detta loro - guardaste un anime splatter trasformato in film. Se lo guardate con il benevolo occhio del "accetto questo irrealistico estremismo", s'intende.

Dopo che per alcuni paragrafi ho parlato bene di alcuni aspetti di questo film, soffermiamoci sul resto, prima che veniate colti dall'irrefrenabile impulso di andare a guardarlo. Ah, mi rivolgo a quell'ipotetico 1% di cui sopra, eh.
Esempio di location povera ma stilosa.
Qui di positivo non c'è davvero nient'altro. Attenzione però: il discorso si fa spinoso, perché non è possibile non tenere conto dei pochi mezzi che la produzione aveva a disposizione. La recitazione è davvero infima, soprattutto da parte dei comprimari. Questo aspetto è però aggravato dal doppiaggio, assolutamente osceno. I produttori stessi l'hanno ammesso: un doppiaggio in studio avrebbe comportato costi che da soli avrebbero coperto i due terzi di tutto il loro budget, e per forza di cose hanno dovuto arrangiarsi come potevano. Peccato. Poi, chiaramente, pur con tutto l'entusiasmo del caso, non posso non sottolineare come il film sia infarcito di ingenuità, buchi di sceneggiatura, dialoghi da terza media, trama assurdamente esile. Non si può pretendere di ambientare il film in un paesino americano se poi gli attori parlano con accento romano-abruzzese e lasci l'inquadratura di un'auto sì modificata ma con una palese targa italiana. 

Una nota sulla distribuzione italiana: beh, non c'è. Il film è auto-prodotto e auto-distribuito direttamente dal sito della NecroStorm. Nessuno in Italia ha preso il coraggio a due mani per distribuirlo. Neanche nel settore direct-to-video. Il produttore Giulio De Santi (fratello di Emanuele) in questo è stato chiaro: il film ha avuto oltre 15.000 vendite in tutto il mondo, di cui... 40 in Italia. Ecco, Adam Chaplin è apprezzato dappertutto tranne che in terra italica. Questo dato fa molto riflettere, e in questo senso è comprensibile lo sfogo del De Santi.

Un altro cattivo (a destra) è un mix fra Ultimate Warrior e
un membro qualunque dei Kiss.
Insomma, cerchiamo di contestualizzare e relativizzare il tutto: in termini assoluti, è facile cadere nell'errore di considerare Adam Chaplin una CAGATA PRIMORDIALE. Adam Chaplin è in realtà una CAGATA STILOSA. Io per questo lo premio. Le scelte registiche ci sono. La necessità aguzza l'ingegno, no? De Santi ha scelto pochissime location, ma le ha valorizzate con discreti giochi di luci e ombre e con inquadrature atte a mascherare la povertà della messa in scena; l'atmosfera è resa ottimamente dalla tesa colonna sonora, un bel miscuglio di musiche elettroniche; certi passaggi sono volutamente lenti, per dilatare il tempo e lo spazio e... ma va a cagare! Cosa sto dicendo! Diamo a Cesare quel che è di Cesare. Adam Chaplin NON vi piacerà. Io ne ho parlato bene, perché l'ho relativizzato. Con i pochi mezzi a disposizione, la NecroStorm ha tirato fuori un prodotto che... sì, diverte, nonostante i suoi enormi ultra-difetti.

Riassumo la chiave di lettura del mio pensiero:
Contestualizzato: sto parlando di nicchia nella nicchia. Di un film di difficile collocazione, non certo un horror a tutti gli effetti, ma splatter / gore.
Relativizzato: come già detto, con i pochi mezzi era difficile pretendere di più.

Insomma: un film non per pochi, ma per pochissimi. A me è piaciuto. Ultra-relativamente, s'intende.

Fonti che mi hanno aiutato:
Sito ufficiale NecroStorm
Splattercontainer - sezione Adam Chaplin

[1] Geniale citazione di un cult intramontabile, I Guerrieri della Notte. Ho detto tutto.

Il Pagellone!
Così è deciso!
Trama: 3,5
No, dai, non c'è trama. Quel poco che c'è, è reso farraginoso a causa del gioco di flashback e flashforward inseriti qua e là.
Musiche: 8
Posso dirlo? Lo dico! Non me l'aspettavo! A me la colonna sonora è piaciuta abbestia. L'ho trovata davvero azzeccata per il tipo di film.
Regia: 5
Apprezzo la buona volontà. Apprezzo.le soluzioni adottate per ovviare al budget ultra-ridotto. Facciamo che 5 è la media tra alcune trovate ultra-geniali e alcune cadute di stile ultra-pietose.
Ritmo: 6
Meno indiavolato di quello che si può supporre, a causa di alcune sequenze troppo lente che un po' fanno il verso a Sergio Leone ma che mi danno l'impressione di voler allungare la brodaglia. Scusa Sergio se ti ho scomodato in questo contesto.
Violenza: 9,5
Non do 10 perché... non so, mi aspetto che qualcuno, prima poi, alzi l'asticella dell'ULTRA-VIOLENZA e così sarei costretto a dargli 11. Qui di violenza ce n'è a pacchi e in abbondanza. Quello cercavate, quello trovate in Adam Chaplin. Il resto è fuffa.
Humour: 5
Assolutamente zero humour, se non quello involontario di certe scene ingenue e ridicole.
XXX: 0
Zero.
Voto Globale: Ultra-5
Minchia. Non so davvero che voto dare, alla fine. Adam Chaplin mi è piaciuto, e questo presuppone un voto superiore alla sufficienza. Ma allo stesso tempo, è un film troppo di nicchia, troppo estremo, troppo raffazzonato. Quindi invento un nuovo voto. ULTRA-CINQUE. E' una nuova scala di valori. E' un film insufficiente, ma troppo Ultra- per finire nel limbo del dimenticatoio. Ecco.

14 commenti:

  1. Scusa ma dove vedi Ultra.violenza, o ultra splatter? Sono più splattere e violenti i film di Tarantino. ALla fine non c'è nulla se non l'immagine pessima del mostro senza faccia (fatta anche male). Mi aspettavo un film con mutilazioni violenza sangue a fiotti ma che si vedano in atto non che si "intuiscano" ! MI spiace ma il film fa veramente "cagare" non si può vedere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sangue si "intuisce"? Ma che film hai visto ahahahaha
      Solo nel trailer c'è più sangue di tutti i film di Tarantino sommati.
      http://www.youtube.com/watch?v=QuSL7JpyD-I

      Se quello non me lo chiami "evidente", bhe... penso tu abbia problemi seri di vista.

      Alessio

      Elimina
  2. Per fortuna dura solo un'ora. Francamente credo che sia stato recensito un altro film. C'e' piu' sangue ne il piccolo lord che in questo film.

    RispondiElimina
  3. guardato e cancellato immediatamente...mai visto nulla di piu'brutto

    RispondiElimina
  4. capisco tutto, amo il cine di nicchia, sono impazzita davanti all'horror demenziale di Ubaldo Terzani, apprezzo i film a basso costo e spesso li preferisco a film con budget altissimi (troppo facile)..... ma questo film è davvero la cosa più idiota che abbia mai visto.... ho cercato fino all'ultimo di trovare una scusante... sarà ironico... vabbè è a basso costo.... vediamo dove va a parare...ma non c'è stata davvero possibilità. Probabilmente il regista ha delle buone capacità visive, ma manca tutto il resto, praticamente ha costruito un film attorno alla "tartaruga" dei suoi addominali, ma tutto sommato non si salva neppure per quello.....

    RispondiElimina
  5. Io do ragione a tutti voi, cari lettori e commentatori. Vi ho avvisati: non mi aspettavo di trovare pareri concordi, questo è un film che da quando è uscito ha diviso: da un lato uno sparuto gruppo di estimatori, dall'altro un gruppo ben più consistente che ne parla male. Io non sto nel mezzo, ne ho parlato bene, ma non sono nemmeno un fan oltranzista. Il resto, spero di averlo spiegato (male?) nella recensione. E' curioso comunque vedere opinioni così diverse e distanti fra loro :)

    RispondiElimina
  6. "A serbian film" è un film davvero violento, anche psicologicamente. Adam fa ridere i polli a confronto.

    RispondiElimina
  7. Io l'ho apprezzato. Come prodotto di ultra-nicchia (e con budget ridicolo)è più che decente.

    RispondiElimina
  8. tu che hai scritto questa recensione o sei parente di quello che ha fatto Questo "film" o di cinema nn ne capisco un emerito cazzo, si salva solo la colonna sonora, lui oltre ad essere inespressivo senza carisma e chi più ne ha più ne metta sembra un incrocio tra un tronista di uomini e donne e un metallaro "fiticcio" (fiticcio = uno che nn si lava mai) . ....ha ragione il ragazzo sopra , si salva solo la colonna sonora.

    RispondiElimina
  9. chiarisco il mistero del poco sangue......nell'home video circola una versione ultra tagliata e le scene di sangue sono state tutte eliminate....anche la copia che ho visto io era censurata

    RispondiElimina
  10. A me tutto sommato è piaciuto, gli effetti speciali li considero fatti molto bene e nell'insieme considerando che è un film italiano, chiniamoci il cappello. Chiaramente ispirato a Ken il guerriero.

    RispondiElimina
  11. Salve, trovai il trailer per puro caso mentre guardavo epic fail su youtube, e non ho potuto fare a meno di aspettare tutti i giorni fino alla data di uscita su necrostorm.com per comprarlo subito senza pensarci 2 volte. Tutto quel sangue e quella violenza nel trailer, anche un pò demenziale e molto ma moolto esagerata, mi hanno convinto subito, così lho preso e me lo sono guardato... Allora, premetto che a m è piaciuto, e come sottogenere di ultranicchia, io gli do 9 come voto, e non credo diesagerare, ho veramente visto ogni genere di film da i capolavori western di sergio leone, ai thriller di hitchcock, dalle prime produzioni di inizi anni 90 ad oggi, dal trash più infimo e bassa ai colossal, e devo dire che ci sono puttanate senz'anima peggio riuscite e mal recitate di questo film, io l'ho trovato originale (nel suo essere assolutamente poveristico e trash) e credo che tutti quelli che hanno scritto che la trama fa cagare, allora non avete capito un BIP! Certo, a tratti è noioso e sembra quasi che de santi voglia allungare il brodo sennò sarebbe durato 45 minuti, e la recitazione per l'85% delle volte è assolutamente insentibile, ma mi sembra inopportuno etichettarlo negativamente, è un ultrasplatter di casa nostra, è un film moderno e ben curato (visivamente). D'altronde solo in italia non è stato apprezzato, peccato che la gente sia così chiusa mentalmente e non si senta fiera di certe cose. Comunque Ottimo film trash ultra splatter... Ah, scommetto che tutti quelli che lo hanno criticato così pesantemente, hanno detto che il vendicatore tossico è un capolavoro, oppure jesus christ vampire hunters... (Per me stupendi entrambi)

    RispondiElimina
  12. Vedo che continuo a leggere pareri contrastanti. E in modo molto colorito! In fondo un po' me la sono cercata, visto che è anche il mio stile. Prego, continuate pure a scannarvi! Io la mia opinione l'ho scritta e spero sia chiara. Poi si può dire tutto e il contrario di tutto. Buona continuazione :)

    RispondiElimina
  13. Secondo me molta gente ha visto la versione censurata, altrimenti i commenti sul sangue sono inspiegabili. A me è piaciuto (e non ho mai visto Ken il guerriero), considerando anche la natura indipendente del film. All'estero in ogni caso ha fatto molto più successo che da noi... pensate che poco tempo dopo l'uscita in Italia aveva venduto una cinquantina di DVD, mentre all'estero la versione non censurata ne aveva venduti 15000...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...