venerdì 9 agosto 2013

Sharknado (2013) | Recensione

Sharknado
Voto Imdb: 3,7
 
Titolo Originale:Sharknado
Anno:2013
Genere:Azione / Catastrofico
Nazione:Stati Uniti
Regista:Anthony C. Ferrante
Cast:Ian Ziering, Tara Reid, Cassie Scerbo, John Heard, Jaason Simmons

Tutti usano questa immagine in apertura di recensione. Lo faccio anch'io.

Ho dovuto prepararmi adeguatamente per recensire Sharknado. Pina Colada con aggiunta di extra Rum dietro suggerimento della Moglie. Qualcosa mi dice che forse avrei dovuto bere il cocktail durante la visione del film e scrivere la recensione da sobrio, ma in fondo queste sono solo delle stupide vocine che non ascolterò. Neanche sotto gli effetti dell'alcool riesco però a decidere da dove partire... sono certo che se vi siete imbattuti qui, sappiate già di cosa si sta parlando (ok, scrivendo) e a questo punto mi risulta difficile tirare fuori qualcosa che non sia già stato detto. Io ci proverò lo stesso e non garantirò sul risultato finale... il tutto mentre nelle cuffie sta andando a tutta palla una compilation di musica dance-pop tedesca cantata in lingua altrettanto tedesca, la Best of Blumchen - Jasmin Wagner. Ve lo dico solo per chiarire in che stato mentale mi trovo, dal momento che dell'idioma teutonico non capisco un cazzo.
Un piccolo assaggio...
Sharknado è il fenomeno sociale del momento su Twitter. E' un film-tv andato in onda sul canale americano SyFy l'11 luglio 2013. Nelle settimane successive ha ottenuto ulteriori repliche nel palinsesto grazie al tanto clamore suscitato su Twitter, al punto che è risultato l'argomento top della settimana, raggiungendo picchi di non so quanti millemila messaggi al minuto, roba paragonabile forse solo alle elezioni di Obama e al SuperBowl americano (ok, magari ho esagerato, ma le proporzioni sono queste. Su Wikipedia snocciolonano un po' di questi numeri a caso - lasciate perdere quella italiana che contiene delle cazzate). La casa di produzione, sappiatelo, è la famigerata The Asylum, e qui voi che mi leggete assiduamente (?) avrete già capito tutto. Spinto da una furba (involontaria) campagna virale, Sharknado è stato additato come uno dei film recenti più brutti al punto che alcuni media italiani - notoriamente lenti e in ritardo sul resto dell'universo internet - l'hano prontamente ribattezzato come "IL PEGGIORE FILM DELLA STORIA DEL CINEMA DI SEMPRE".
Tara Reid - Cagna maledetta
Con questa recensione ho perciò deciso di smontare suddetta affermazione. Sharknado è un film fottutamente geniale che purtroppo paga dazio a causa di un budget terribilmente ridicolo, di una sceneggiatura inesistente e piena di errori clamorosi, di attori e attrici sul viale anticipato del tramonto in grado di rivaleggiare con la cagna Corinna di Boris, di un montaggio atroce, di un regista inesistente, di effetti speciali così insulsi che se avessero usato lo ZX Spectrum avremmo applaudito a piene mani e colmi di entusiasmo. Come cacchio sia possibile non ottenere il titolo di "peggior film della storia" con questi elementi è un interrogativo che ancora adesso mi sto ponendo, ma vediamo di scoprire il perché. Intendiamoci: Sharknado è oggettivamente un film brutto. Una vera merda. Come altre volte ho spiegato in passato, compito di noi esteti dell'orrore è quello di cercare un barlume di bellezza, genialità o dignità in questo genere di film. E devo dirvi con orgoglio che Sharknado di questa roba ne ha a pacchi. Oddio, magari di bellezza forse no (attrici a parte, questione di gusti), di genialità, beh, sì, dei picchi nel mezzo di un mare in oscenità insulse ci sono, ma la dignità, di quella ce n'è proprio a profusione.

It's raining sharks... hallelujah!

Sharknado - una presentazione
Ian Ziering - carisma a pacchi
C'è una serie di tornadi al largo delle coste della California. C'è un branco eccezionalmente ricolmo di squali come non si era mai visto prima (20.000 squali tutti insieme). E c'è un regista che ha affermato una roba del tipo: "C'è un tornado, ci sono degli squali, presi singolarmente di solito funzionano, sarà così anche se li uniamo". Il risultato è presto detto: il tornado arriva sulla terra ferma, portandosi dietro 20.000 squali svolazzanti ed incazzati come bbbbestie, pronti ad azzannare chiunque gli si pari davanti. Ecco, di fronte ad una premessa del genere, non posso fare a meno di alzarmi in piedi ed applaudire nel mezzo del mio salotto. Questa è un'idea che ancora mi mancava. Geni fottuti. L'alto colpo geniale della Asylum è stato scritturare volti mediamente più noti rispetto al resto delle loro produzioni. C'è Ian Ziering (il biondiccio Steve Sanders di Beverly Hills 90120 - chiunque abbia la mia età si è sicuramente confrontato con questo telefilm generazionale), c'è Tara Reid (l'abbiamo vista in American Pie e Scrubs ma oggi è certamente più nota per i suoi interventi di chirurgia plastica e lo stile di vita dissoluto), c'è Cassie Scerbo (leva 1990, sarà probabilmente nota a qualche adolescente. Presumo.), c'è John Heard (il babbo della serie di film Mamma ho perso l'aereo) e c'è Jaason Simmons, che tutti noi ricordiamo in Baywatch nel ruolo di Logan. Insomma, gente la cui carriera era ad un punto morto e che ha deciso di accettare questi ruoli da mentecatti pur di portare la pagnotta a casa. Poi c'è chi nel progetto ci ha creduto fino in fondo (Ian è stato encomiabile!) e chi meno (Tara, che sembrava capitata lì per caso), ma non posso non pensare all'attore che nel film interpreta il figlio di Tara Reid e che nella realtà ha solo 6 anni in meno di lei. Pazienza. Insomma, fin dall'inizio gli attori sapevano che avrebbero partecipato ad una CAZZATONA EPOCALE. Probabilmente speravano che suddetta cazzatona sarebbe stata ignorata o finita presto nel dimenticatoio ma che grazie ad essa avrebbero pagato l'affitto per un paio di mesi... mai si sarebbero immaginati che Sharknado avrebbe avuto così tanto potenziale da raggiungere in pochissime settimane lo stato di Cult!
Cosa fa di Sharknado un delirante film che gli appassionati del trash dovrebbero vedere?

Fulgido esempio di CGI appiccicata con lo scotch.
1) Lo spirito che permea l'intera produzione è cazzaro in modo genuinamente fantastico. Del tipo: gli attori sono troppo seri, Ian Ziering si impegna come un matto, ma interviene un dialogo, una battuta, un evento di sceneggiatura o, più semplicemente, uno squalo svolazzante a far scoppiare una risata talvolta anche fragorosa. Non sto parlando di un film comico, che non è; parlo di quel famoso umorismo involontario che qui è terribilmente presente. Certo, avessero aggiunto una scena del calibro: "Ma che pesci sono?", "Squali?!", "Squelli", ecco, sarei morto in pace. Sì, sognavo da tempo di scriverla. No, non mi pento.
2) La sceneggiatura è così ridicola, priva di senso logico, piena di buchi che alla fine non c'è nemmeno il bisogno di seguire la trama o farsi chissà quali voli pindarici. Come dice il regista: c'è un tornado, ci sono gli squali, non fatevi domande. Guardate quei cazzo di squali volanti e chiedetevi solo che danno faranno nella prossima scena. Certo, poi sono costretto a chiudere un occhio sul fatto che  l'abbozzo di una storia romantica fra la ragazza e il protagonista diventa quella fra la stessa ragazza e il figlio del protagonista, ma ok, sono piccolezze...
3) La computer graphic è così terrificante da lasciare lo spettatore esterrefatto di fronte a tanta povertà. Squali trasparenti o appiccicati col Paint sullo sfondo, auto fintissime che se avessero usato delle Hot Wheels non mi sarei accorto dell'inganno...  e il film ricade nuovamente in quel clima surreale di cagatona epica così sublime.
4) La fotografia e la regia in generale sono così pedestri che diventa palese che le riprese sono state fatte in giorni con il sole che spaccava le pietre, e tutto l'effetto di pioggia, vento, buio crepuscolare è stato ricreato con filtri o post-produzione. Per dire, in una scena un filtro blu è stato usato così violentemente che ha pure ricoperto la fronte di Ian Ziering mentre parlava... roba che mi sono ri-capottato dalle risate.
5) La colonna sonora! Finalmente belle musiche non appiccicate a caso, ma degne di essere ascoltate durante la visione del film. The Ballad of Sharknado diventerà un tormentone, segnatevelo...
6) Il ritmo! Signori, questo è un film che ha ritmo. Di sicuro non per merito del montaggio, che al confronto le mie VHS registrate dalla tv mentre pigiavo il tasto pausa per tagliare le pubblicità erano degne del miglior Pietro Scalia. Il ritmo è decisamente alto perché non ci sono punti morti. Arriva il tornado, arrivano gli squali e sono cazzi amari per tutti e soprattutto per Ian Ziering che deve andare a salvare la sua ex-famiglia.

Eppoi Sharknado è uno di quei film che andrebbero proiettati nelle scuole perché ci insegna un mucchio di cose interessanti.

L'angolo del Sapientino Quasi Scuola

1) Un tornado può sollevare 20.000 squali e scagliarli sulla terra ferma senza che loro muoiano.
1 Bis) Le branchie non servono soltanto nel mare, ma anche nel mezzo dei tornadi. Teoria dell'Evoluzionismo portata all'estremo, Darwin fa una pippa agli sceneggiatori del film.
2) Un tornado così forte da sollevare cotanti squali non sposta di un millimetro un misero elicotterino del cazzo. Ergo, le pale del suddetto elicottero generano energia pari ad almeno 200 megawatt, sufficienti per alimentare una città intera. Ehi, ho trovato il segreto del motore perpetuo!
2 Bis) Un tornado che abbatte una ruota panoramica non fa muovere una foglia degli alberi sottostanti. E' un fenomeno davvero curioso. L'unica risposta sensata a questo interrogativo è che gli alberi californiani sono i più potenti del  multiverso perché impossibili da sradicare.
3) Un tornado così forte da sollevare una mandria di squali può essere annientato con una bomboletta a caso opportunamente gettata dall'alto. Solo se sei quell'elicottero specifico, altrimenti vieni spazzato via.
4) I tornadi americani sono molto selettivi. Se decidono di sollevare 20.000 squali, colpiranno solo loro. Ignoreranno il resto della fauna ittica, che continuerà a sguazzare nell'oceano come se niente fosse. Fortunelli loro!
5) Se sei travolto da un tornado potentissimo etc etc etc, puoi salvarti chiudendoti in uno di sgabuzzino e tenendo saldamente la maniglia della porta - non importa se la porta è una lamiera scardinata, basta stringere forte quella-cazzo-di-maniglia e sei salvo!
6) Lo squalo non digerisce. Come Pinocchio e la Balena, se riesci ad entrare al suo interno senza essere sfiorato dai denti affilati, puoi tranquillamente uscirne vivo senza essere intaccato dai succhi gastrici.
7) Gli squali possono risalire le tubature delle fognature come fanno i salmoni con le cascatelle.
8) Gli squali possono sfondare le finestre ed entrare in salotto e fare i loro porci comodi sul divano. A patto che ci sia l'acqua, ovviamente.
9) Gli squali dopo questo film sono evidentemente i peggiori killer della Terra, dal momento che riescono ad uccidere in acqua, sulla terra e in aria. Ho la canzone per loro! Sottoterra nei mari e in cielo, e l'inferno si scatenerà...
10) Se fai il bagnino e urli "Scappate!" all'arrivo di un tornado ricolmo di squali con gli occhi iniettati di sangue dopo che da un giorno intero i telegiornali sbraitano sull'emergenza, sappiate che la gente continuerà a farsi i cazzi propri e a non cagarvi di striscio. Fottuti menefreghisti, voi siete una delle piaghe del nuovo millennio.
11) Se precipiti da un elicottero nel mezzo di uno sharknado, puoi sperare ancora di sopravvivere facendoti mangiare in un boccone da uno squalo svolazzante, evitando così di sfracellarti per terra. Mai visto paracadute più efficace di questo.
12) I cani, se terrorizzati, sono in grado di chiudersi in auto e girare la sicura in modo che il padrone resti fuori. Loro sono i più furbi del mondo!

Bonus 13) 300 kg di pesce (fresco) scagliati a 200 km/h
possono essere fermati da una normale pistola.

Un seguito nel 2014
Sì, il canale SyFy ha annunciato di aver già commissionato un seguito per il 2014, quindi potete già esultare! In giro per la rete ho letto già alcuni titoli improbabili ed esilaranti: DinoSharknado (proposto da Tara Reid stessa, che in un delirio mistico immagina che agli squali si aggiungeranno dei dinosauri altrettanto incazzati), Sharkalanche (valanga di squali), Sharknami (tsunami di squali) ma il migliore, letto in un commento su YouTube, è indubbiamente Wolfcano (un vulcano che erutta lupi). Stay tuned! :D

C'è una scena ancora più epica di questa...

Sharknado è migliore o peggiore di Robotropolis?
Cassie Scerbo. Epic Win.
Ahahahahahhaahahahhaha! Sharknado ha una cosa di cui Robotropolis è privo: la genialità della situazione iniziale. Così assurda, poco plausibile e genuinamente divertente. Quindi, sì, Sharknado è fottutamente migliore di Robotropolis - e di gran lunga. Ed è un film con una sua anima (cazzara) e una sua dignità. Probabilmente se fossi stato sul set durante le riprese, avrei passato il tempo a ridere come un pirla. Se poi dovessi andare a fare le pulci, direi anche che Robotropolis non ha Cassie Scerbo (vedere foto a lato. Stima infinita per lei). Per concludere, Sharknado contiene una scena finale assolutamente EPICA, contenuta nel trailer ma che un po' per cattiveria e un po' per non darvi l'unico spoiler degno di questo nome, non vi rivelo. Dico solo: motosega + squalo + Ian Ziering. Non aggiungo altro.


Anzi, sì: vi allego il video ufficiale della canzone (The ballad of) Sharnado con trascrizione del testo gentilmente offerta da La Moglie. Buon ascolto! Go go go!


Shark! Shark! Shark
go go go go go go go
run away from the sharknado
it's a greatest foe foe foe
don't wanna get eaten by sharknados

by air, by land, by sea
I see that sharknado coming for me
I can run, I can hide
I just don't wanna die
sharknado! sharknado!

It can twist and you all shout
those fish are gonna take you out
it's got teeth, it's got speed,
destruction is all it needs

No, no, no, no, no, no, no
run away from the sharknado,
blood is gonna flow flow flow
Don't wanna die in sharknado,
sharknado!
sharknado!

Hammerhead won't scare and die
because gonna make you cry
thresher eyes bye bye bye,
great white's coming open wide
stormy weather suicide
there's no place that you could hide
you can't stop it if you try

so so so so so so so
I'm gonna fight a sharknado
bombs are gonna explo-plo-plode
We're all gonna die in a sharknado

sharknado!
sharknado!
sharknado!

Shark!

(Trascrizione del testo by La Moglie - Grazie!)

Il Pagellone!
Così è deciso!
Trama: 6
9 allo spunto iniziale geniale, 3 al resto della scenggiatura. Media: 6
Ah, la matematica applicata ai film!
Musiche: 8
Ottime musiche, fantastico e delirante il tema principale (The Ballad of Sharknado), con un testo ridicolo ma azzeccato.
Regia: 2
No, qui neanche la benevolenza del Dio del Trash può salvare una regia assolutamente disastrosa: luci diverse nella stessa sequenza, filtri usati a sproposito, recitazione canina e chi più ne ha, più ne metta...
Ritmo: 7,5
La vera sorpresa di questa produzione The Asylum è proprio il ritmo! Sostenuto dall'inizio alla fine, senza momenti di stanca. Pregevole!
Violenza: 6
C'è qualche scena splatter, fatta neanche malaccio. Se avessero osato di più, sarebbe venuto fuori il capolavoro definitivo...
Humour: 7
Il film è serio, gli attori sono serissimi, le situazioni sono così assurde da strappare più di una risata!
XXX: 0
Lo perdoniamo.
Voto Globale: 6
Il 6 è la media matematica fra il 3 di un voto "ragionato" e il 9 di un voto "esaltato". Voi pochi eletti che la pensate come me: è un nove, punto. La nuova pietra miliare del Trash, uno dei migliori film della The Asylum.

2 commenti:

  1. Orrido ai confini della realtà. Vada per la violenza (assura in alcune scene) e per il ritmo, il resto fa schifio. Mi domando con che coraggio certe gente produca questi film.

    RispondiElimina
  2. Beh, ma in tema di assurdità, visto che il fuoristrada di Fin (nome appropriato), quando si muove sull'acqua, comunque tocca terra con le ruote, come fa uno squalo a passarci SOTTO? È uno squalo sottiletta?

    Un saluto a tutti. Alberto

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...